Istruzioni per scrivere e parlare d’Africa evitando i luoghi comuni

Café Africa

Ecco quello che rappresenta il manifesto di questo blog. La volontà di raccontare un’Africa diversa da come viene spesso rappresentata. E le parole di Binyavanga Wainaina, scrittore e giornalista keniano, in maniera diretta ed ironica si scagliano contro tutti quei luoghi comuni utilizzati da noi Occidentali per parlare d’Africa.
Mi prefiggo di rileggere spesso questa lettera, perché è così facile cadere in tentazione….
Come scrivere d’Africa
Nel titolo, usate sempre le parole “Africa”, “nero”, “safari”. Nel sottotitolo, inserite termini come “Zanzibar”, “masai”, “zulu”, “zambesi”, “Congo”, “Nilo”, “grande”, “cielo”, “ombra”, “tamburi”, “sole” o “antico passato”. Altre parole utili sono “guerriglia”, “senza tempo”, “primordiale” e “tribale”.
Mai mettere in copertina (ma neanche all’interno) la foto di un africano ben vestito e in salute, a meno che quell’africano non abbia vinto un Nobel. Usate, piuttosto, immagini di persone a torso nudo con costole in evidenza. Se proprio dovete ritrarre un africano, assicuratevi…

View original post 1.292 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...