Giornalismo in Africa. “Basta con lo stereotipo di leoni, gazzelle e guerre. Qui è in corso una tempesta perfetta”. 

La diffusione di internet in Africa negli ultimi anni ha avuto una crescita pari al 1000%

 

Una tempesta perfetta. Una serie di condizioni talmente poderose e devastanti da cambiare lo scenario in maniera radicale e che faranno sì che i media occidentali si possano finalmente staccare dallo stereotipo “leone, gazzelle e guerre”, con cui spesso viene rappresentato il continente. Se n’è parlato al Festival del giornalismo di Perugia durante un incontro con giornalisti e media strategist che lavorano in Africa. “Il boom economico africano sta portando ad una tempesta perfetta in ambito giornalistico – ha dichiarato Justin Arenstein, giornalista esperto in nuove tecnologie che sta portando avanti una serie di progetti in Africa Subsahariana – il benessere sta portando nel continente sempre più telefonini, sempre più pc. Ma allo stesso tempo, dobbiamo pensare che oggi la radio è ancora il mezzo di comunicazione più utilizzato possiamo parlare del continente come di una terra vergine in questo settore”.

Continua a leggere

Annunci

Istruzioni per scrivere e parlare d’Africa evitando i luoghi comuni

Café Africa

Ecco quello che rappresenta il manifesto di questo blog. La volontà di raccontare un’Africa diversa da come viene spesso rappresentata. E le parole di Binyavanga Wainaina, scrittore e giornalista keniano, in maniera diretta ed ironica si scagliano contro tutti quei luoghi comuni utilizzati da noi Occidentali per parlare d’Africa.
Mi prefiggo di rileggere spesso questa lettera, perché è così facile cadere in tentazione….
Come scrivere d’Africa
Nel titolo, usate sempre le parole “Africa”, “nero”, “safari”. Nel sottotitolo, inserite termini come “Zanzibar”, “masai”, “zulu”, “zambesi”, “Congo”, “Nilo”, “grande”, “cielo”, “ombra”, “tamburi”, “sole” o “antico passato”. Altre parole utili sono “guerriglia”, “senza tempo”, “primordiale” e “tribale”.
Mai mettere in copertina (ma neanche all’interno) la foto di un africano ben vestito e in salute, a meno che quell’africano non abbia vinto un Nobel. Usate, piuttosto, immagini di persone a torso nudo con costole in evidenza. Se proprio dovete ritrarre un africano, assicuratevi…

View original post 1.292 altre parole